Loading...
Ricetta insalata di Puntarelle alla Romana

La ricetta delle famose puntarelle con le alici

Buongiorno a tutti. Eccoci al nostro appuntamento del lunedì, dove dedichiamo agli amici di Il Mio Orto A Casa Tua una ricetta dove l'ingrediente principale proviene dalla loro terra.

Oggi la regina di questa ricetta tipica Romana è la cicoria catalogna da cui si ricavano le puntarelle! Per noi romani le puntarelle sono l'insalata per eccellenza che accompagna piatti semplici di tutti i giorni e piatti più elaborati per menù festaioli. Purtroppo, la natura ce le regala solo in questa stagione invernale, quindi, mi affretto a lasciarvi ingredienti, e videoricetta su come caparle e condirle così anche voi potrete farvene una scorpacciata!😊

Ingredienti:

  • piante di cicoria catalogna da cui ricaviamo le puntarelle;
  • 1/2 spicchio aglio ( oppure 1 intero dipende da quanto lo amate);
  • 3 o 4 filetti di acciughe;
  • aceto di vino bianco;
  • Olio evo;
  • sale q.b.

Dimenticavo...ormai sapete che in casa mia è VIETATO sprecare cibo, quindi nel video troverete anche un consiglio sciuè sciuè, su come utilizzare le foglie più esterne della cicoria catalogna.

Vi lascio gli ingredienti anche per questa sfiziosita':

  • foglie più esterne della cicoria catalogna;
  • 3/4 uova;
  • olio evo;
  • sale e pepe q.b. 

Procedimento:


Dalle piante di cicoria catalogna, ricaviamo le foglie più esterne che mettiamo da parte (alla fine vi dirò come utilizzarle). I "ciccetti", così li chiamiamo a Roma, cioè la parte più dura della pianta che non ha foglie, li tagliamo sottili con l'aiuto del "taglia puntarelle" o a mano.

Una volta pulita tutta la verdura e ottenute così le nostre puntarelle, le laviamo e lasciamo poi in ammollo in acqua fredda per circa 1 ora per fargli prendere la forma del caratteristico ricciolo che le caratterizza.

Le asciughiamo con un canovaccio pulito e le mettiamo in un'insalatiera.

A parte prepariamo il nostro tradizionale condimento.
Prendiamo un mortaio, mettiamoci l'aglio e i filetti di acciuga e iniziamo a pestare fin quando otterremo una cremina.

Ora aggiungiamo l'aceto e un goccino di olio, pestiamo ancora fin quando la cremina si sarà sciolta totalmente.
Ora mettiamo il condimento ottenuto sulle puntarelle.

Aggiungiamo un pizzichino di sale (ricordatevi che ci sono le acciughe!), e altro olio. A questo punto, e anche questa è TRADIZIONE, giriamo il tutto CON LE MANI!

Ebbene sì le puntarelle si insaporiscono del condimento girandole delicatamente con le mani.

Mi raccomando, assaggiamo se si deve aggiustare di sale o olio o aceto! Non ci resta che coprire l'insalatiera con un piatto o con della pellicola e lasciar riposare le nostre puntarelle il più possibile, così si ammalviranno nel loro condimento prendendone tutto il sapore e profumo! 

E le foglie più esterne della cicoria lasciate da parte?

Laviamole, facciamole a pezzetti, mettiamole in una padella antiaderente con un goccino di olio, sale e pepe. Diamogli qualche minuti per cuocere, quindi aggiungiamo 3/4 uova sbattute (il numero, dipende da quanto grande deve essere la frittata e da quante foglie abbiamo a disposizione) e facciamoci una gustosa frittatina!

Fate vostra questa ricetta e vi assicuro che sarà tra i contorni che più amerete in inverno!

Buon appetito da ilprofumodellemietradizioni.